Konica Minolta

Europe

Note Esplicative

Servizio Tecnico

Note Esplicative

Che cosa è la Taratura?

La Taratura è il confronto tra i risultati di misurazione di un dispositivo (unità in prova) e un altro (standard) con i valori noti. Tarare significa solo riconoscere le differenze, mentre calibrare significa adottare le misure correttive necessarie per rendere l'unità in prova in una tolleranza definita.
La Calibrazione non deve essere confusa con l’operazione quotidiana che viene eseguita dall’operatore sul bianco e sul nero. Queste due operazioni sono necessarie per lo strumento per operare all'interno di un intervallo definito di riflessione. Tuttavia, la piastra di taratura del bianco cambia nel corso del tempo e quindi, un vero e proprio servizio di calibrazione, deve essere effettuato una volta all'anno da un centro di assistenza autorizzato.

 

Che cos'è il servizio di manutenzione?

La taratura quotidiana non garantisce che lo strumento è all’interno delle specifiche dichiarate, mentre un servizio di manutenzione assicurerà che queste condizioni siano rispettare. La manutenzione comprende la pulizia dello strumento, la sostituzione di parti come le lampade allo xenon, nonché di qualsiasi componente opto/elettronico al fine di raggiunge la precisione specificata. L’operazione di manutenzione include anche la calibrazione dello strumento.

 

Qual è l'intervallo di calibrazione consigliato?

Non è semplice fissare un intervallo adeguato per l'ispezione o la calibrazione. Alcuni strumenti sono infatti utilizzati in laboratori o ambienti R&D di per sè "puliti" e dove gli strumenti sono utilizzati per un numero relativamente ridotto di misurazioni. Altri strumenti invece sono utilizzati per il controllo qualità in linee produttive con condizioni operative difficili e migliaia di misurazioni ogni giorno.

Konica Minolta consiglia un intervallo di calibrazione di 1 anno, come compromesso accettabile per la maggioranza delle applicazioni.

 

Easy Checker

Konica Minolta ha inoltre sviluppato per gli utenti degli spettrofotometri un ulteriore strumento per controllare il rendimento della propria apparecchiatura. Tenendo controllati i seguenti parametri:

  • Ripetibilità a breve termine
  • Stabilità a lungo termine
  • Test Lampada allo xeno

"Easy Checker 2007" utilizza una piastrella verde BCRA per un controllo quotidiano dello strumento. Naturalmente, visto che il controllo si effettua su un solo colore, si tratta di un controllo di massima. Inoltre la piastrella BCRA potrebbe modificarsi, e pertanto Konica Minolta raccomanda di effettuare una calibrazione annua anche se si utilizza l'"Easy Checker ".

 

Come si effettua il controllo o la regolazione degli strumenti Konica Minolta?

Naturalmente le procedure applicate per il controllo degli strumenti di misurazione dipendono strettamente dal tipo di strumento. Gli strumenti Konica Minolta effettuano le misurazioni per un'ampia gamma di applicazioni e pertanto anche lo spettro di procedure di controllo è molto vasto.

Konica Minolta utilizza standard multipli per luce, colore e dimensioni. Naturalmente tutti gli standard utilizzati sono rintracciabili in accordo a standard nazionali o internazionali. Ulteriori dettagli sono riportati nella sezione Rintracciabilità dove sono disponibili anche schede di rintracciabilità per ogni strumento.

 

Informazioni sugli strumenti utilizzati

  • Gli strumenti di misurazione della luce, come luxmetri, luminanzometri, colorimetri a luce incidente e spettroradiometri vengono tarati sul banco ottico. Lo strumento di collaudo consiste di un banco di 5 metri installato in una camera oscura e la lampada al tungsteno (certificata) viene alimentata a corrente diretta e utilizzata come standard. Modificando la distanza di misurazione si possono simulare diversi livelli di illuminazione. Per le misurazioni della luminanza si utilizzano come standard dei diffusori dotati di certificazione. Per gli spettroradiometri, come il modello CS-2000, il banco viene utilizzato per la calibrazione di livello, mentre la calibrazione della lunghezza d'onda si effettua con uno spettroscopio.
  • Gli apparecchi di misurazione dei display, come il modello CA-410, sono regolati utilizzando un monitor standard, un generatore video e un set di sonde di riferimento, sempre certificate. Konica Minolta usa gli stessi strumenti di calibrazione in tutto il mondo e quindi la calibrazione del CA-410 risulta compatibile per applicazioni in tutto il mondo.
  • I colorimetri come il modello CR-400 vengono controllati e regolati con piastrelle di svariati colori. Un fattore importante è l'accordo interstrumentale, che verrà spiegato in seguito. Le piastrelle a colori BCRA subiscono un effetto termocromatico (vale a dire la cromaticità si modifica in base alla temperatura) e quindi tutte le calibrazioni vengono eseguite in ambiente a temperatura controllata.
  • Gli spettrofotometri, un caso più complesso, vengono regolati con uno spettroscopio o con una scatola di calibrazione per la lunghezza d'onda. Uno spettroscopio è un apparecchio in grado di emettere luce su una banda di lunghezza d'onda molto limitata. Con la scansione della variazione di lunghezza d'onda è possibile rilevare la sensibilità di ogni singolo sensore negli spettrofotometri o negli spettroradiometri. Basandosi sulla sensibilità e sul risultato di feedback di piastrelle di diversi colori (per un miglior accordo interstrumentale) si esegue la calibrazione degli spettrofotometri. Il controllo dell'accordo interstrumentale degli spettrofotometri si effettua con piastrelle a colori BCRA certificate.